Comunicazione del Segretario FIMMG sul tema dei rientri dall'estero

data inserimento 14-08-2020 wm

e sul ruolo dei MMG nelle procedure di screening per il personale scolastico
Nuova pagina 1

originale

rientro Croazia

http://www.fimmgveneto.org/UserFiles/2020/covid/rientro_croazia.pdf

Personale scolastico

http://www.fimmgveneto.org/UserFiles/2020/covid/screening_scuola.pdf

 

 

PROT. N. 62/20 C. S.
Padova, 14 agosto 2020

Al Direttore del
Dipartimento di Prevenzione
Aulss 6 Euganea
Dott.ssa Ivana Simoncello
Sua Sede

E pc

Al Direttore Generale
Aussl 6 Euganea
Dottor Domenico Scibetta
Al Direttore Sanitario
Aulss 6 Euganea
Dott.ssa Patrizia Benini
Ai Medici di medicina Generale
Aulss 6 Euganea


Oggetto: Rientro da Croazia, Spagna, Grecia e Malta procedure
 

Giungono a questa segreteria continue segnalazioni documentabili su indicazioni fornite da uffici e servizi a Lei sottoposti per quanto riguarda le” procedure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus Covid 19 “ dell’ ordinanza n° 84 del 13 agosto ’20 fuorvianti e non conformi a suddetta ordinanza.
Dal testo dal testo è chiaro che il cittadino che proviene da uno dei paesi citati (Spagna, Croazia, Malta o Grecia) è obbligato alla comunicazione alla Azienda Ulss di riferimento la quale provvederà alla prestazione anche su prescrizione del medico di medicina generale.
Abbiamo verificato che il Sisp fornisce l’indicazione che è il medico di medicina generale che segnala il caso e provvede alla compilazione della richiesta di tampone e al relativo certificato.
Come ben Ella intende spostare l’obbligo della segnalazione dal cittadino, come previsto dall’ ordinanza, al medico e creare un ulteriore passaggio burocratico con relativo carico pretendendo l’impegnativa dal MMG non è giuridicamente giustificato né professionalmente etico vista la necessaria immediatezza.
E’ necessario, inoltre, che i cittadini siano correttamente informati che i giorni di attesa dell’esito del test non sono certificabili e quindi economicamente a carico del lavoratore.
Tale chiarezza da parte dei Suoi uffici è indispensabile per la prosecuzione di una collaborazione proficua nell’interesse di tutti, saremmo al quanto desolati di dover nuovamente adire a vie di tutela legale.
A semplice titolo di promemoria le alleghiamo il comma 1.3 dell’ordinanza in questione.
Distinti saluti
1.3 Soggetti con obbligo del test I soggetti che fanno ingresso o rientro in Veneto da Spagna, Croazia, Grecia o Repubblica di Malta, indicati nell’allegato 2 e successive modifiche, devono dare comunicazione dell’avvenuto ingresso in Veneto all’Azienda Ulss di riferimento territoriale per residenza o dimora per essere sottoposti al test di screening per la ricerca di SARS-CoV-2 o comunque per trasmettere il documento attestante l’esito dell’eventuale test già eseguito nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia.
In entrambi i casi, la prestazione sanitaria è fornita dall’Azienda Sanitaria territorialmente competente, anche su prescrizione del Medico di Medicina Generale e del Pediatra di Libera Scelta. L’esame potrà essere eseguito anche presso laboratori accreditati e autorizzati, che sono tenuti a trasmettere l’esito del test al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda ULSS di riferimento del soggetto per disporre il termine dell’eventuale isolamento quando previsto.
Le Aziende ULSS pubblicano sul proprio sito istituzionale le modalità atte ad adempiere agli obblighi di dichiarazione in occasione dell’ingresso nel territorio nazionale dall’estero. Per chiarimenti ed informazioni sono attivi il numero verde regionale (800462340) e i numeri e gli indirizzi mail di riferimento delle singole Aziende ULSS pubblicati sui rispettivi siti istituzionali.
Le disposizioni impartite ai suddetti soggetti dalle Aziende ULSS e gli altri enti del SSR sono vincolanti anche agli effetti sanzionatori in quanto misure di prevenzione.
In attesa dell’esito del test i soggetti rimangono presso la propria residenza o dimora.
 

Il Segretario Provinciale FIMMG
Sezione di Padova
dr. Domenico Crisarà

 

Via Ariosto n. 16/18, 35128 Padova
tel. 049/8076843 - fax 049/8076943
E-mail: padova@fimmg.org Pec: fimmg_padova@pec.it

inserisci commenti Commenti(0)